che cosa ci rende felici?

13. 10 . 2020 FORMAZIONE VOLONTARI – Monica Sutti

nella bella sede Nuova in Via Silva, 67 – Marano Vic.no

VOLONTARI di Albero spettinato

  1. Introduzione: Il primo giorno del nuovo mondo di Simone Cristicchi
  2. Visione video TV2000“ Questa è vita! Che cos’è la felicità? I bambini rispondono
  3. Esercizio di rilassamento
  4. Dibattito provocato dalle domande:

– Siamo a corto di felicità?

– Cosa ci rende felici? 

– Volontariato come risposta?

– Come essere volontari felici?

RISPOSTE

  • D.: per me felicità è saper ascoltare e ricevere la fiducia di chi parla perché mi sente affidabile. 
  • M.: mi rende felice aiutare nel gioco: quando permetto di vincere le paure ad un bambino, lo accompagno nel percorso, mentre si aggrappa a me, sento che è sereno quando si appoggia…siamo felici insieme
  • S.: mi rende felice dare e ricevere fiducia, semplicemente accogliendoci reciprocamente
  • G.: sono impastata di volontariato ed è insito in me fare il meglio per la gioia dell’altro. Vederne la serenità mi appaga di tutte le fatiche
  • L.: l’accompagnare mi dà gioia
  • A.M.: quando sono volontaria vedo il mio tempo trasformarsi da inutile ad utile, acquista spessore. Dò e ricevo dignità nell’atteggiamento di Non giudizio

5.    STIMOLI ULTERIORI DI RIFLESSIONE OFFERTI:

  • “Rallentiamo per permettere alle nostre anime di raggiungerci” (proverbio africano)
  • Attenzione: ritornare al ritmo del respiro
  • Umiltà versus bisogno del successo
  • Relazione 
  • Empatia matura in due tempi: un’andata ed un ritorno
  • Ricerca/curiosità per andare oltre all’apparenza e scoprire la ricchezza in ogni storia
  • Sorpresa/Meraviglia dei bambini
  • Sacrificio=dare onore alla Vita sviluppando il tuo unico personale talento
  • Conoscenza appropriata dell’ambito e delle regole (visita i sito www.alberospettinato.it)

6.    PROTOCOLLO:

ripassate regole di triage all’ingresso con temperatura e al primo piano con registro nominativo auto-dichiarazione anti-covid, uso DPI,  d’igienizzazione e distanziamento

————————-

ESERCIZIO DI RILASSAMENTO:

  • vento: respiro presenza, consapevolezza – pratica dI respirazione diaframmatica
  • un ricordo ed un ambiente bello cosa provo?
  • gratitudine mentre esercito IL SORRISO DEL CUORE: sto sorridendo e provo gratitudine vs me stesso
  • il piatto della gioia: come farne l’elenco e goderne?
  • bilancia /neuro-scienze / “zoom e grand’angolo”

IL PRIMO GIORNO DEL NUOVO MONDO (Simone Cristicchi – 31.03.2020)

Il primo giorno
del nuovo mondo
ci svegliammo
a un accenno dell’alba
salutando con gli occhi
il ritorno del sole.
Nell’aria un profumo
di pane sfornato
e un’improvvisa voglia
di capriole.

“Io sono qui” – disse il mondo
a raggi unificati
“E voi dove siete stati?”
Noi nella tana in letargo
a dormire
Noi coi gerani ad ornare
i balconi
Noi rinchiusi nei giorni
lunghi secoli
con l’unico scopo
di restare vivi.

Il primo giorno
del nuovo mondo
come soldati tornati dal fronte
ammutoliti dallo stupore
scendemmo tutti in strada,
nel silenzio interrotto soltanto
dai nostri “buongiorno”,
e da qualche risata.

I sopravvissuti
chiesero un sorso d’aria
l’abbraccio negato
rivedere il mare,
mangiare un gelato:
cose inestimabili
a buon mercato.
I bambini tornarono a scuola,
come andassero a una festa
dopo la lunga ricreazione.
Furono loro alla testa
della rivoluzione.

Il primo giorno
del nuovo mondo
fu il tempo di uscire
al di fuori di noi
dalla Terra imparammo
la grande lezione
rinati alla vita,
più umani di mai
Così al suo segnale,
in mondovisione
ci scrollammo di dosso
il mille e novecento
e i sospiri di sollievo
divennero il vento.

Ti è piaciuto?  Condividilo sui social network

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

GLI ALTRI ARTICOLI DEL BLOG

1^ affiancare per far ritrovare LEGGEREZZA

Un incontro d’equipe di Albero Spettinato agli albori del progetto illumina anche il metodo di affiancamento dei Volontari Accogliamo in sede i referenti di Gea

2^ follia del volontariato

TRACCIA PER UN PERCORSO DI VOLONTARIATO CON ALBERO SPETTINATO Questo scritto segue il video sulla “follia” del Volontariato in cui commento questa Follia del volontariato:

UN ANNO DI NOI

Questo che sta per finire è stato un anno intenso, un anno in cui, grazie ad un tenace lavoro di volontari e professionisti, il nostro

un anno di noi: Report laboratori del bando

che bello vedere, con un colpo d’occhio, le tante forze godute in Albero spettinato. Ringraziamo le 19 famiglie che vi hanno aderito, ovvero i 28

FORMAZIONE GENITORI – LA RELAZIONE DI COPPIA

In questo quarto video, la dottoressa Roberta Moro parla della difficoltà di mantenere sana e salda la relazione di coppia nonostante le difficoltà derivanti da